Le Associazioni di Promozione Sociale ( APS ) rappresentano una delle colonne fondanti e fondamentali dell’associazionismo, parte integrante del Terzo Settore  insieme al volontariato e alla cooperazione sociale.

Promuovono benessere, assistenza, cultura, sport, socializzazione, in modo mutualistico e coinvolgendo molti volontari, migliorando la qualità della vita dell’intera società .

Le APS necessitano di attenzione e di risposte, in particolare in questo momento delicato con la Riforma del terzo settore varata dal Governo ( legge 106/ 2016 ) nell’agosto scorso e che rappresenta una assoluta novità sul piano normativo e fiscale del nostro Paese..

Per queste alcune APS Regionali hanno promosso attraverso il bando e finanziamento della Legge 34 dell’Emilia Romagna questo progetto ASSIEME in Emilia Romagna per dare gratuitamente consulenza , formazione, supporto alle APS della nostra Regione .

Le Associazioni capofila

Le ACLI – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani – sono una associazione popolare che traduce le proprie idee in azioni, servizi, progetti rivolti ai cittadini, ai lavoratori, ai pensionati, alle donne, ai giovani, agli emarginati, ai più deboli; promuove impegno ecclesiale e sociale, attività di formazione, di assistenza, di ricreazione, di tempo libero; sono organizzate in modo capillare sul territorio di tutta la Regione Emilia Romagna attraverso Circoli e Società Sportive e sedi di Servizi ACLI, in attuazione degli indirizzi politici e organizzativi degli Statuti e regolamenti ACLI.

L’ANCeSCAO – Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti – è una associazione che persegue finalità di promozione sociale a favore dei propri associati e di tutta la popolazione attraverso la tutela dei diritti umani e civili, la promozione e organizzazione del turismo sociale, attività ricreative, motorie e psicofisiche. Opera altresì per favorire i rapporti fra le generazioni, per promuovere, stimolare iniziative a favore della pace e dell’amicizia tra i popoli e sviluppare rapporti unitari con l’associazionismo e il volontariato. In particolare, attraverso opportune iniziative, aiuta gli anziani a vincere la solitudine e l’emarginazione legate alla vecchiaia, che sono tra le cause principali dell’acceleramento nel decadimento fisico delle persone.

L’ARCI Emilia Romagna è un’associazione di promozione sociale, autonoma e pluralista, che si configura come sistema associativo che promuove cultura, socialità e solidarietà attraverso la pratica della partecipazione e dell’autogestione; promuove il libero associazionismo dei cittadini, ispirandosi a principi federalisti e proponendosi come complesso di spazi di partecipazione responsabile, in forma auto organizzata, per favorire un’articolata dialettica della democrazia nel sociale. La tutela, la salvaguardia, la valorizzazione del proprio patrimonio associativo sono l’elemento fondante di ARCI. L’associazione è altresì impegnata perché ovunque la libertà di associazione, la prima libertà costitutiva di un processo democratico, sia salvaguardata e garantita.

L’AUSER – Associazione per l’Autogestione dei Servizi e la Solidarietà – è formata dalla libera adesione di uomini e donne uniti da una condivisa Carta dei Valori e da un obiettivo strategico: contribuire a qualificare la vita delle comunità, mettendo le persone al “centro di tutte le azioni sociali”, costruendo reti di rapporti, organizzando risposte concrete ai bisogni espressi dai singoli e dalle comunità e mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze.
La rete AUSER in Emilia Romagna è organizzata attraverso l’Auser Regionale dell’Emila Romagna, che unisce le associazioni di promozione sociale, e l’Auser Volontariato Emilia Romagna, che coordina le associazioni di volontariato.

Uisp – Unione Italiana Sport Per tutti – è un’associazione nata per promuovere l’attività motoria tra la gente, a basso costo e senza eccessivo agonismo. A questo si aggiunge un’idea politica precisa, sintetizzata nello slogan “Diritti, ambiente, solidarietà”: l’associazione prova a lavorare con lo sport come strumento di contrasto alle disuguaglianze sociali e per la difesa del pianeta. E le attività e i progetti proposti per i migranti, le persone con disabilità fisiche e mentali, le fasce problematiche della società, i bambini, le donne e gli uomini, i gay e le lesbiche, i bisessuali e i queer (in una parola per le persone) hanno un’unica finalità: unire e promuovere il progresso sociale.

Le Associazioni partner:

L’AICS – Associazione Italiana Cultura e sport – è un’associazione di promozione sportiva che nel corso degli anni ha esteso il suo raggio d’azione alle attività culturali, solidaristiche, ambientali, turistiche e di formazione. I suoi obiettivi sono la promozione di stili di vita per la salute, la difesa dell’ambiente, la tutela del patrimonio storico e culturale, la diffusione di un’etica di solidarietà e di “sport per tutti”.

Cittadinanzattiva è una associazione che si occupa della difesa dei diritti dei cittadini e dei consumatori, particolarmente attiva nel settore della sanità. L’associazione si prefigge non solo la tutela del cittadino-consumatore ma anche la sua educazione, sostenendo con forza che cittadini più informati e consci dei propri diritti (e doveri) possono contribuire a creare una società più equa e giusta, attenta ai più deboli e promotrice di politiche innovative ed ecologiche.

L’ENDAS è un’associazione che opera per promuovere la “cultura del tempo libero”, intesa come formazione, proposta e contributo educativo alla valorizzazione dello spazio esistenziale rappresentato dal “dopo il lavoro”. Sviluppa ed organizza progetti sportivi, culturali, ambientali, di formazione e di turismo sociale. Attraverso i propri circoli, gruppi e polisportive opera per diffondere lo sport amatoriale e favorire ogni forma di attività sportiva a tutela dell’efficienza fisica e della salute dei praticanti.

Il Movimento Cristiano Lavoratori fonda la propria azione sul messaggio evangelico e opera per la tutela dei diritti della persona, per la crescita culturale, morale e sociale dei lavoratori e delle loro famiglie, per il progresso della società secondo giustizia e solidarietà.
In Emilia Romagna il MCL svolge attività culturali, formative, ricreative e sociali, anche attraverso vari enti specializzati promossi dall’associazione, nei campi dell’assistenza fiscale e di patronato, della formazione professionale, della cooperazione allo sviluppo.

Hanno aderito inoltre I CSV della Regione e diverse associazioni del territorio.